Dieci anni per il “Centro Ilaria Alpi” di Zola Pedrosa

Il 20 marzo 1995 veniva inaugurato a Ponte
Ronca di Zola Predosa (Bologna) un nuovo centro sociale
intitolato a Ilaria Alpi, giornalista del Tg3 assassinata un anno
prima in Somalia, in circostanze misteriose. A dieci anni di
distanza, il Centro socio-Culturale “Ilaria Alpi” rappresenta un
importante punto di riferimento per il territorio e diverse sono
le iniziative aggregative e di divulgazione che vi trovano
spazio, grazie all’attivita’ sinergica dell’amministrazione
comunale e dei volontari dell’Associazione che lo gestisce.
L’amministrazione ha percio’ organizzato, per la giornata di
domenica 20 marzo, la celebrazione “Dieci anni del Centro Ilaria
Alpiñ Il giornalismo in tempi di guerra”. L’appuntamento e’ alle
16,30: intervengono Giancarlo Borsari, sindaco di Zola Predosa,
Liviana Neri, assessore alle Pari opportunita’, e il gioralista
Sandro Curzi. SEguira’, alle 17,30, lo spettacolo “Donne
resistenti” di e con Francesca Mazza.
“Questo anniversario- sottolinea il Comune di Zola in una
nota- assume un particolare rilievo perche’ racconta 10 anni di
vita di un paese e permette di stilare un primo bilancio di lungo
periodo sul tema dell’integrazione sociale che questo Centro ha
saputo cosi’ bene costruire nel tempo”. Inoltre, “assume rilievo
anche perche’, a 11 anni di distanza dalla morte di Ilaria Alpi,
consente una riflessione piu’ ampia su cosa voglia dire fare
giornalismo in tempi e luoghi di guerra”.