TTV Festival e Premio Ilaria Alpi insieme per un incontro sull’impegno civile

TTV Festival e Premio Ilaria Alpi insieme per un incontro sull’impegno civileRoberto Saviano tende idealmente la mano a Ilaria Alpi. È questo il frutto della collaborazione tra il Premio Ilaria Alpi e TTV, il festival dedicato al rapporto tra le arti e le nuove tecnologie che si tiene sempre a Riccione dall’11 al 13 giugno. Nel corso di un incontro dedicato allo scrittore campano dal titolo “La parola contro la camorra”, verrà lanciato un nuovo appello per la verità sull’omicidio della reporter e dell’operatore Miran Hrovatin.

“La collaborazione con il Premio Ilaria Alpi è nata non solo da motivi di contenuto, legati all’incontro tra impegno civile e letteratura, che ci avvicina in quanto a missione – spiega Simone Bruscia, direttore di TTV -. Il Premio Ilaria Alpi è anche una delle realtà culturali più importanti di Riccione e penso che sia fondamentale trovare un crocevia”.

Sabato 12 giugno, dunque, alle ore 11 si terrà un incontro al palazzo del Turismo sull’impegno civile contro la camorra. Il titolo si ispira all’ultima pubblicazione dell’autore di “Gomorra”, che si interroga proprio sulla parola pubblica come strumento di resistenza collettiva. A dar vita all’incontro sarà Antonio Pascale, scrittore napoletano, autore del viaggio-inchiesta “Questo è il paese che non amo” e di “Ritorno alla città distratta”, un reportage sulla città di Caserta.

“Senza la ‘Città distratta’ non avrebbe potuto esserci Gomorra”, ha affermato Saviano commentando il libro di Pascale, suo ispiratore e anticipatore. A leggere i testi dei due scrittori campani, César Brie, regista e attore argentino fondatore del Teatro de Los Andes, autore di teatro anche politico.