The Cove, al Premio Ilaria Alpi il documentario premio Oscar

The Cove, al Premio Ilaria Alpi il documentario premio OscarSarà “The Cove”, il documentario ambientalista di Louie Psihoyos vincitore del premio Oscar 2010, ad aprire la sedicesima edizione del Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi, in programma a Riccione dal 15 al 19 giugno. Il film, che racconta la storia di Richard O’Barry, un attivista in lotta contro parchi acquatici e pescatori senza scrupoli, sarà proiettato in anteprima martedì 15 giugno alle ore 21 a piazzale Ceccarini (ingresso libero).

Diventato famoso negli anni ‘60 come addestratore di Flipper, il simpatico protagonista dell’omonima serie tv, Richard O’Barry da decenni si batte contro la cattività dei delfini e le mattanze dei pescatori nipponici, che ogni anno, nella baia di Taiji, uccidono balene da vendere nei mercati di Tokio e catturano delfini per conto dei parchi acquatici di tutto il mondo.

"The Cove", che in Giappone è stato boicottato e bollato come “pellicola terrorista e razzista”, racconta proprio di come O’Barry, il regista Psihoyos e un gruppo scelto di attivisti tra video-maker ed esperti di immersioni, si siano imbarcati in una missione clandestina per documentare, con uno stile tra giornalismo investigativo e eco-avventura, quello che accade nella baia nascosta di Taiji.

La proiezione, organizzata in collaborazione con Current e Feltrinelli Real Cinema e con la partecipazione di Legambiente, sarà seguita da un’intervista a Richard O’Barry, realizzata in esclusiva per il Premio Ilaria Alpi da Davide Demichelis e Alessandro Rocca.

Le parole di O’Barry (che nell’intervista fa riferimento anche ai parchi acquatici della riviera romagnola) saranno commentate da Sebastiano Venneri (vicepresidente Legambiente) e da Leandro Stanzani e Franco Soressi (rispettivamente presidente e amministratore del parco tematico Oltremare di Riccione), in un dibattito moderato da Davide Demichelis, giornalista, documentarista e conduttore della trasmissione di Rai Tre “Timbuctu”.