Camorra, migranti, ‘ndrangheta: i video finalisti del Premio giovani

Camorra, migranti, ‘ndrangheta: i video finalisti del Premio giovani

Vittorio Romano di “L’ultima parola” (Rai Due) per il servizio “Scampia, vittime o complici?”, girato nel quartiere napoletano tra case fatiscenti, piazze dello spaccio e sentinelle della camorra (qui il video). Pablo Trincia di “Le Iene” (Italia Uno) con “I disperati del Sahara”, reportage sulle rotte dei migranti dall’Africa centrale al Mediterraneo (qui). E poi Luca Bertazzoni di “Annozero” per “La spremuta”, inchiesta sui fatti di Rosarno tra ‘ndrangheta e sfruttamento degli extracomunitari (qui). Sono loro i finalisti del Premio giovani, indetto per la sedicesima edizione del Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi, in programma a Riccione dal 15 al 19 giugno.

I video del Premio giovani – realizzati da giornalisti sotto i 33 anni, la stessa età che aveva Ilaria Alpi quando fu assassinata in Somalia insieme all’operatore Miran Hrovatin – sono stati selezionati da Tassello Mancante, associazione riccionese impegnata nella promozione della cultura tra le ragazze e i ragazzi che affollano la riviera romagnola. Saranno sempre gli iscritti dell’associazione, molti dei quali under25, a scegliere il vincitore del premio che lo scorso anno è andato a Edoardo Anselmi di Current Tv per il servizio “Le pecore di Acerra” (qui il video).

I giovani sono affamati di notizie vere, non mediate dal potere. Notizie, non gossip – commenta Valentina Zamagna del consiglio direttivo di Tassello Mancante – C’è molta rabbia e voglia di urlare la propria indignazione nei confronti della realtà che ci circonda, ma purtroppo c’è un mondo che non ha voglia di ascoltare i giovani”. “Far parte della giuria del Premio Ilaria Alpi – continua – rappresenta quindi un’ottima occasione per far sentire la propria voce esprimendo una chiara preferenza verso un’informazione profonda e sensibile a certi argomenti. Si tratta di un’esperienza fondamentale di crescita intellettuale”.

Inoltre, grazie alla partnership con il Premio Ilaria Alpi, è nata un’importante collaborazione fra l’associazione Tassello Mancante e i giovani dei licei e dell’università di Trento, che hanno partecipato a un percorso di ricerca sugli anni di piombo da cui è nato il libro “Sedie vuote. Gli anni di piombo. Dalla parte delle vittime”, pubblicato dalla casa editrice Il Margine.

I giovani di Tassello Mancante e i ragazzi trentini si incontreranno a Riccione sabato 19 giugno alle ore 17 (Palazzo dei Congressi, Spazio Block 60) nell’ambito del Premio Ilaria Alpi. All’incontro parteciperanno anche Agnese Moro (figlia del leader della Dc ucciso nel 1978 dalle Br) e Benedetta Tobagi (figlia del giornalista del Corriere della Sera assassinato nel 1980 da una semisconosciuta formazione terroristica di sinistra, la “Brigata XXVIII marzo”).