Somalia: ucciso a Mogadiscio il direttore di radio Shabelle

Bashir Nur Gedi, direttore dell’emittente radiofonica somala Shabelle, è stato ucciso da uomini armati non identificati nella capitale Mogadiscio. Gedi è l’ottavo giornalista somalo a perdere la vita quest’anno, facendo della Somalia il posto più pericoloso al mondo, dopo l’Iraq, per i giornalisti. Lo scorso agosto, due colleghi dell’emittente HornAfrik erano stati uccisi a distanza di due giorni l’uno dall’altro, sempre a Mogadiscio. La guerra civile in Somalia, scoppiata nel 1991 e i cui strascichi continuano ancora oggi, ha provocato finora almeno mezzo milione di morti.