Mogadiscio respinge accuse hrw per stragi civili

Il governo somalo ha respinto le accuse contenute nel rapporto di Human Rights Watch "Shell shocked: civilian under siege in Magadiscio" secondo cui il governo di transizione, sostenuto dalle forze etiopiche, sarebbe responsabile dell’uccisione indiscriminata di migliaia di civili. "Nessuno delle parti in causa – si legge nel rapporto – avrebbe preso le misure necessarie per evitare le stragi di civili". Nega ogni responsabilità Mogadiscio che incolpa i ribelli islamici delle violenze. Gli fa eco il governo di Addis Abeba: "L’ultima campagna di Human Rights Watch si basa sulla solita convinzione costruita ad arte, e cioè che l’Etiopia abbia commesso crimini di guerra in Somalia" – ha detto il ministro dell’informazione bollando il rapporto "infondato".