Uccisi due giornalisti del gruppo Hornafrik

Due giornalisti di un gruppo radio-televisivo sono stati uccisi a Mogadiscio, in Somalia, vittime di due agguati. Mahad Ahmed Elmi, direttore di Radio Capital Voice, del gruppo HornAfrik, è stato assassinato questa mattina mentre si recava al lavoro. Elmi, 30 anni, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco. Nel pomeriggio si sono svolti i funerali, cui hanno partecipato numerosi giornalisti somali. Tra cui il direttore di HornAfrik, Ali Iman Sharmarke, ucciso dall’esplosione di un ordigno piazzato sotto la sua vettura, su cui era risalito dopo la cerimonia. Altri due giornalisti, tra cui il corrispondente della Reuters, sono rimasti feriti. "E’ un giorno molto triste per noi. Abbiamo salutato un giornalista di HornAfrik ucciso questa mattina, e ora perdiamo Ali Iman", ha dichiarato il numero 2 di HornAfrik, Said Tahlil. Nessuno ha finora rivendicato gli agguati, i primi a colpire dei giornalisti a Mogadiscio, da quando, a dicembre, il governo somalo ha ripreso ufficialmente il controllo della capitale, che era stata in mano alle Corti Islamiche.