Armi in Somalia:il rapporto dell’Onu

Ingenti quantità di armi, compresi missili terra-aria, sono inviate ai gruppi integralisti islamici somali dall’Eritrea. Lo riferisce un rapporto dell’apposito gruppo di controllo dell’Onu che parla di costante e consistente violazione dell’embargo decretato contro tali traffici.

Nel rapporto consegnato al Consiglio di sicurezza si afferma che alla Somalia arriva un quantitativo di armi maggiore di quanto sia mai accaduto in passato. Tra i maggiori beneficiari di questo traffico, ovviamente clandestino, sono i gruppi armati collegati alle cosiddette Corti islamiche.

L’Eritrea ha negato di avere inviato armi, in particolare i missili, ma nel rapporto sono contenute fotografie di missili SA18, usati in passato dagli insorti islamici, che sono in dotazione agli eritrei. Sono stati anche accertati numerosi voli di un aereo da trasporto dall’Asmara a Mogadiscio.

New York – Ingenti quantità di armi, compresi missili terra-aria, sono inviate ai gruppi integralisti islamici somali dall’Eritrea. Lo riferisce un rapporto dell’apposito gruppo di controllo dell’Onu che parla di costante e consistente violazione dell’embargo decretato contro tali traffici.

Nel rapporto consegnato al Consiglio di sicurezza si afferma che alla Somalia arriva un quantitativo di armi maggiore di quanto sia mai accaduto in passato. Tra i maggiori beneficiari di questo traffico, ovviamente clandestino, sono i gruppi armati collegati alle cosiddette Corti islamiche.

L’Eritrea ha negato di avere inviato armi, in particolare i missili, ma nel rapporto sono contenute fotografie di missili SA18, usati in passato dagli insorti islamici, che sono in dotazione agli eritrei. Sono stati anche accertati numerosi voli di un aereo da trasporto dall’Asmara a Mogadiscio.

ATS