L’informazione deviata

Nel villaggio globale gli strumenti e la tecnologia a servizio dell’informazione sono quanto mai potenti, rapidi e alla portata di (quasi) tutti. Tuttavia, è altrettanto nitida la consapevolezza del rischio paradossale di non essere sufficientemente informati o di ricevere news mistificate. Questo libro parte dai fatti che hanno reso palese l’inganno: l’attentato dell’11 settembre, la guerra che ne è seguita e l’inasprirsi del conflitto israelo-palestinese. Mai come in questi mesi l’informazione è stata negata, deviata, censurata, piegata a "interessi superiori". Il volume svela alcuni nodi e forme del Grande Inganno, ma indaga anche sulle possibili vie d’uscita: le Reti. Non solo Internet, ma anche il tessuto di "altri" mezzi d’informazione presso i quali ottenere ciò che i grandi mass media cercano di oscurare. Eppure, questo processo di globalizzazione dell’informazione non è immodificabile ne immutabile: il volume termina con la riformulazione del concetto di notizia e un "decalogo" – tracciato da Alex Zanotelli – per un’informazione "a misura d’uomo e di globo".

Gli autori:

Italo Moretti, Paolo Giorgi, Luciano Scalettari, Claudio Fracassi, Davide De Michelis, Angelo Ferrari, Raffaele Masto, Amedeo ricucci, Zvi Sculdiner, Giulietto Chiesa, Ibrahim Helal, Ennio Remondino, Toni Caouozzo, Moamadou Mahmoun Faye, Sandro Ruotolo, Franco di Mare,  Barbara Carazzolo, Alberto Chiara, Luciano Scalettari, Angelo Ferrari, Stefano Salvi, Giuseppe Frangi, Paolo Lambruschi, Alex Zanotelli, Ettore Mo.

 

costo 12,40 euro