Presidente Yusuf rientrato a Baidoa

PRESIDENTE YUSUF RIENTRATO A BAIDOA

NAIROBI – Il presidente ad interim somalo Abdulahi Yusuf è rientrato a Baidoa, sede provvisoria delle istituzioni transitorie somale, da Afgoye, 25 km ad ovest di Mogadiscio, dove era giunto stamani.

Alla periferia della capitale somala aveva tenuto una riunione col primo ministro del governo federale di transizione Ali Gedi, il suo attuale braccio destro, vicepremier e ministro dell’interno Hussein Aidid, ed altri esponenti governativi arrivati – scortatissimi – in auto da Mogadiscio.

Molto scarne le dichiarazioni di Yusuf prima di rientrare (in elicottero, e tra imponenti misure di sicurezza, così come era arrivato in mattinata): "appena possibile – ha detto – tornerò e resterò a Mogadiscio".

Dichiarazione che ha alquanto stupito gli osservatori. In filigrana, infatti, potrebbe anche essere letta come una sorta di sconfessione dell’attuale presenza del governo federale nella capitale somala.

Intanto forze somale ed etiopiche si stanno dirigendo oggi "verso Chisimaio", ha affermato il primo ministro del governo federale di transizione somalo, Ali Mohamed Gedi. Dopo la loro cacciata da Mogadiscio le Corti islamiche hanno ripiegato su Chisimaio, ultimo "bastione" sotto il loro controllo e importante porto al sud della Somalia quasi a cavallo del confine keniano.