Categoria: Somalia

L’intento è dei più semplici e allo stesso momento dei più complessi: cercare di monitorare gli avvenimenti che interessano la vita sociale e politica di un paese in guerra.

La Somalia porta sulle spalle un fardello fatto di 14 anni di guerra civile, che ha ucciso 300 mila persone e sfollato milioni e milioni di vittime incolpevoli di un conflitto la quale logica è il perseguimento degli interessi economici di alcuni.

Alcuni contro milioni, alcuni contro tante vite spezzate, tante esistenze degradate, che soffrono la quotidianità di una guerra che non li interessa da vicino ma ne condiziona la vita e ne determina la morte.

Quattordici Conferenze di Pace, in altrettanti anni di guerra civile, hanno prodotto un Governo di Transizione, insediato a Jowhar, che può contare su un esercito e un corpo di Polizia composta da 1500 elementi.

Mentre si attende che un governo stabile possa nascere nella storica capitale di Mogadiscio, in Somalia, si vive una sorta di “pace armata”, mentre la stessa Mogadiscio è nelle mani degli estremisti islamici e dei superstiti signori della guerra.

L’obiettivo di questa nuova sezione è quella di fare costantemente il punto della situazione, cercando di fornire, di volta in volta, gli strumenti necessari per comprendere la condizione di un paese dimenticato, un popolo dimenticato, di una guerra dimenticata.

Inaugurano la sezione quattro articoli di Angelo Ferrari, giornalista di AGI e dell’Europa
.

Nessun miliziano islamico ha consegnato le armi

SOMALIA.NESSUN MILIZIANO ISLAMICO CONSEGNA ARMI Dalle prime informazioni giunte dalla capitale somala sembra che neppure un miliziano islamico si sia presentato per consegnare le armi, come richiesto dal primo ministro del governo transitorio Mohamed Gedi. Il governo ha lanciato oggi…

Da sola Mogadiscio non ce la fa. Sos all’Unione Africana (A.Ferrari)

SOMALIA Da sola Mogadiscio non ce la fa. Sos all’Unione Africana Dopo la conquista dell’ultima roccaforte delle Corti islamiche, Chisimaio, il premier del governo di transizione somalo Ali Mohamed Gedi, ha invocato il dispiegamento urgente di un contingente di pace…

Somalia: Iniziato il disarmo.

SOMALIA.INIZIATO IL DISARMO. KENIA SBLOCCA ISLAMISTI  MOGADISCIO – Il vittorioso governo somalo ha organizzato oggi dei punti di raccolta per le armi a Mogadiscio nel tentativo di rendere meno pericolosa una delle città più violente del mondo, dopo averla liberata…

In Somalia è tempo di disarmo

Oramai liberata dal movimento islamista (che l’ha controllata per sei mesi), Mogadiscio si sveglia con la volontà di disarmarsi. Il Governo somalo ha cercato di mettere delle pezze all’escalation di violenza di questi giorni, organizzando dei punti di raccolta per…

Corti islamiche in fuga. Il premier esclude nuovi scontri

SOMALIA, CORTI ISLAMICHE IN FUGA: PREMIER ESCLUDE NUOVI SCONTRI Il premier somalo Ali Mohamed Gedi ha escluso oggi nuovi combattimenti per il controllo del paese dopo la fuga delle Corti islamiche da Chisimaio, 500 chilometri a sud di Mogadiscio, ma…

Cade in Somalia l’ultima roccaforte islamica

Cade in Somalia l’ultima roccaforte islamica  Entro 3 giorni, a Mogadiscio, verrà attuato un piano di disarmo: lo ha annunciato il premier somalo Gedi, dopo che stamani le truppe governative, appoggiate dalle forze etiopiche, hanno conquistato il porto di Chisimaio,…