Categoria: Somalia

L’intento è dei più semplici e allo stesso momento dei più complessi: cercare di monitorare gli avvenimenti che interessano la vita sociale e politica di un paese in guerra.

La Somalia porta sulle spalle un fardello fatto di 14 anni di guerra civile, che ha ucciso 300 mila persone e sfollato milioni e milioni di vittime incolpevoli di un conflitto la quale logica è il perseguimento degli interessi economici di alcuni.

Alcuni contro milioni, alcuni contro tante vite spezzate, tante esistenze degradate, che soffrono la quotidianità di una guerra che non li interessa da vicino ma ne condiziona la vita e ne determina la morte.

Quattordici Conferenze di Pace, in altrettanti anni di guerra civile, hanno prodotto un Governo di Transizione, insediato a Jowhar, che può contare su un esercito e un corpo di Polizia composta da 1500 elementi.

Mentre si attende che un governo stabile possa nascere nella storica capitale di Mogadiscio, in Somalia, si vive una sorta di “pace armata”, mentre la stessa Mogadiscio è nelle mani degli estremisti islamici e dei superstiti signori della guerra.

L’obiettivo di questa nuova sezione è quella di fare costantemente il punto della situazione, cercando di fornire, di volta in volta, gli strumenti necessari per comprendere la condizione di un paese dimenticato, un popolo dimenticato, di una guerra dimenticata.

Inaugurano la sezione quattro articoli di Angelo Ferrari, giornalista di AGI e dell’Europa
.

5 passeggeri di un autobus uccisi da una mina

L’esplosione di una mina ha provocato la morte di 5 persone che si trovavano a bordo di un autobus. E’ successo a Mogadiscio, in Somalia. Altre 3 persone sono rimaste ferite. "Una mina di terra è esplosa al passaggio di…

31 luglio a Mogadiscio:il bilancio

ATTACCHI A MOGADISCIO, ALMENO 7 I MORTI E 11 I FERITI  E’ salito ad almeno sette morti e undici feriti, tutti civili, il bilancio complessivo della nuova ondata di attacchi armati a Mogadiscio, dove continua a inasprirsi la tensione in…

Raffaelli: stanziati 400.000 usd per la conferenza di pace

L’Italia ha stanziato 400.000 dollari per la Conferenza di riconciliazione nazionale in corso a Mogadiscio dal 15 luglio scorso. Contattato oggi da Apcom, l’inviato speciale dell’Italia per la Somalia, Mario Raffaelli, ha precisato che l’annuncio è stato fatto sabato scorso…

Operazione mercato:presto i processi contro i soldati

Un numero imprecisato di soldati somali verrà processato per i furti e i crimini commessi durante la lunga e violenta operazione armata delle milizie governative nel quartiere Bakara di Mogadiscio, che ospita il più grande mercato all`aperto della Somalia, dove…

Conferenza di pace. Applausi per l’Italia

C’era anche l’Italia alla Conferenza di pace somala, in corso a Mogadiscio. Il primo a parlare ieri e’ stato il viceresponsabile dell’Onu per la Somalia, lo svedese Per Lingarde. Poi e’ stata la volta di Stefano Dejak, ambasciatore italiano presso…

L’Italia interviene alla conferenza di pace

Per la prima volta la comunita’ internazionale ha partecipato alla conferenza di pace somala in corso a Mogadiscio, che si era aperta il 15 luglio sotto le bombe. Lo ha fatto ieri una delegazione di alto livello guidata dal viceresponsabile…